Vernici.

Body va a prendere Blow a casa. La tipa è appenna tornata con Uma da una mostra/evento Diesel a Trieste e ha trovato l’imbianchino in mutande e cannino davanti al MotoGP. Sul suo divano. Mettici pure 2 settimane per fare 4 stanze e non ha ancora finito - fa lei nervosa - Ma ti sembra possibile?

al ristorante, continua parlando di Diesel, di Rosso e di altri colori per pareti. Poi passa ai vestiti anni sessanta. Racconta di Uma che ne ha rimediato uno super sexy di YSL in un second hand e ha fatto la figa al main event. ci dovevi essere - lo riprende la tipa - con tutte le cazzate che ha detto, ci scrivevi due mesi di blog.

Nonostante i 320$ alzati solo un’ora prima su Full Tilt, il tipo è ancora sufficientemente negativo per sentirsi in colpa. Oltre al lavoro perenne, a turbarlo c’è la faccenda Padrino al quale ha presentato il Kaiser che gli occupa la testa; il matrimonio di Ethan e gli sbattiti organizzativi relativi; le vacanze per nulla definite, che saranno comunque troppo brevi e troppo vicine per essere vere. con Piana che gli rompe i coglioni quasi giornalmente. con Kartina che s’intrippa in chat, lo riempie d’insulti e cose preziose. con certe donne-zainetto, che però usano weekendare e gonfiarsi di carboidrati con altri. Per rimediare, col pesce il tipo ordina un Greco di Tufo mentre Blow chiama la solita Sambuca finale. a mezzanotte hanno finito e sono davanti a casa sua.

Le luci sono accese, la porta aperta. Entrano. La tv è accesa su Studio Sport. L'imbianchino è in mutande, ma in cucina. Si sta lavando i piedi nel lavabo.
Finisco qua e vado via subito – fa lui snocciolandosi gli alluci.
Blow si pietrifica sulla soglia.
Body
evita di dargli la mano e cerca le cartine.

progress 11.47

Frego si lamenta perché Body lo ha abbandonato. il tipo si lamenta perché Arta legge gli Archive a pigrecomezzi sulla sua scrivania, così che tutta quella parte dell'agenzia che ha "interested in women" sul proprio profilo facebook si ferma a guardarle il culo.

Frego trama perché il copy torni da lui e dal Padrino, Body non sa bene cosa augurarsi. ma si accorge di una cosa e pensa che sia una bella cosa: dal primo socio fino all'ultimo, tutti i suoi art vorrebbero tornare a lavorare con lui. e anche se il tipo ne ha avuti più di David Droga, Body in verità è tendenzialmente un monogamo creativo. il problema è trovare la sua giusta metà, cosa che evidentemente non gli è mai veramente riuscita.

I tuoi soliti standard sballati del cazzo - commenta col consueto savoir fare Kartina, via gmail chat. la tipa sta ovviamente dicendo una cosa e pensandone un'altra, mettendola ancora una volta sul personale. racconta che sta uscendo dall'ufficio di fretta e furia per saccheggiare negozi del centro: ha appena passato un'ora col suo team ultrachecca di stilisti invidiosi che l'ha massacrata psicologicamente: ma come ti vesti, non sai valorizzarti, etc. etc. etc. allora Body le risponde pronto, massaggiandole subito l'ego:
sei fighissima
sei stilosissima
non rompere i coglioni

Kartina tende a sparire per mesi. poi ricompare all'improvviso, sotto forma di catena frenetica di mail/chat/sms. normalmente si è appena svegliata dopo aver avuto un incubo con Body dentro, oppure è ubriaca a un qualche evento mondano del cazzo.
ci vediamo prima delle vacanze? - chiede lui.
gmail segnala Kartina is enetring text.. per un paio di volte, prima che il messaggio giusto compaia.
non lo so
non credo
ci devo pensare
poi mi viene voglia di abbracciarti

Shortlist integrated.

Body: Dobbiamo fare dei viral..
Arta: Basta viral! Sempre le stesse cose! Facciamo.. facciamo.. delle borse, borse in pelle!
Body: (sbuffando) Ok, ma in che formato?
Arta: ...
Body: ...
Arta: (timida) ... pdf?

Andiamoci Piana.

Al bancone del Bardelcapo, Piana trova ogni scusa per strusciarsi sul body di Body. Il tipo se la gode senza problemi, anche perché è già avanti di 3 vodka con una carica ormonale innescata in velocissima escalation.

Fuori, fra una vespa e un catorcio di Garelli, fra un'occhiata e l'altra, il tipo non fa tempo a provarci che improvvisamente Piana se ne esce che è sposata. Detto questo, chiude gli occhi e gli sviene fra le braccia. Body, allibito, sacrifica il suo ultimo Sour, l’adagia a terra in mezzo ai passanti e a schiaffazzi la fa riprendere.

Devo andare a casa – fa lei a un certo momento, lucida – vieni con me? Il tipo la segue a razzo. In un secondo sono al portone, per le scale, spingendosi a vicenda, toccandosi in continuazione. Sulla porta lui la bacia sul collo mentre lei fa girare molto lentamente la chiave. Finché lei si volta, lo ringrazia e lo lascia fuori di casa, per poi martoriarlo di rimorsi via sms il giorno seguente.

Vola basso.

Body deve tornare ricco per diversi motivi. primo perché Beatrice Borromeo ha degli standard così proletari di gamma che, se la vuole trasformare nella madre dei suoi figli, deve pur darle delle sicurezze consone. secondo, perché la dispersione energetica del bodyloft è tale da violare tutti parametri di Kyoto, figurarsi il suo portafogli. terzo, per non dover mai più metter piede su un volo Ryanair. questo sta pensando il tipo, incastrato nel sedile di mezzo di una fila a tre, mentre l’aereo ha cominciato la sua discesa verso Bergamo dopo essere partito da Girona così che da Barcellona arrivi poi a Milano.

Ryanair ti offre un'esperienza di viaggio che neanche l’ultima compagnia di viaggi-scassi boliviani; e il motivo è molto semplice: per ridurre il fee ai minimi, ti massacrano d’offerte in volo per recuperare soldi. la filosofia disruptiva di Ryanair è questa: perché considerare il passeggero come un cliente quando, dopo aver già pagato, può continuare a rimanere un "potenziale" cliente? tolti quei 30 minuti necessari per la fase di decollo/atterraggio, ne rimangono altri 60 per torturare mandrie di ventenni eccitati, divorziate quarantenni da villaggio e copywriter milanesi abbronzati.

funziona così: innanzitutto immobilizzi il creativo di turno, bloccandogli lo schienale. poi lo bombardi di messaggi corporate: cartelli appesi alle cappelliere dai colori sociali accessi e dalle copyhead razionali che esploitano i vari benefit del volare-povero. quando Body comincia ad avere i primi segni di nausea, finisci per estorcergli quei tre euro in più che non sono riusciti a estorcegli prima, visto che viaggia regolarmente con uno zainetto da 5 kg. per fare questo, si convertono i solerti assistenti di volo in battitori da suk marocchino che, ogni 10 minuti, urlano dalla cassa appositamente predisposta sopra la testa immobilizzata del copy ogni genere di offerta imperdibile.

certo, c’è la bibita. certo, c’è il sandwich. certo, c’è il duty free in volo ma anche il catalogo che ti puoi portare a casa per scegliere con tranquillità e poi ordinare le esclusive figate firmate Ryanair sul sito per riceverle comodamente a casa tua senza spese di spedizione. quando il nerboruto polacco in divisa prende per l’ennesima volta il microfono, Body e il manzo ventenne che gli sta a fianco, all’unisono, gli gridano addosso “basta!”. ma quello se ne frega perché ha ancora molto da offrire: le carte telefoniche universali prepagate da 9 euro per gli extracomunitari e il grande gratta&vinci benefico da 2 euro, che vale sempre la pena: se non porti a casa il milione in palio, almeno hai aiutato qualche bambino africano.

salire su un volo Ryanair è come salire in tabaccheria - osserva amara Uma, mentre sulla navetta per il terminal accende i suoi due cellulari.
già - fa il tipo cercando di slegarsi il torcicollo - ma lì hanno le Smoking Oro e te le danno pure senza carta d’imbarco.


(Gemello Barbuto segnala questo post sullo stesso tema.)

Tipe y tapas.

l'ex cliente Kaiser smessaggia Body – devo cambiare agenzia, dammi dei consigli. il tipo gli dà una punta alle Cantine Isola ed è subito una birra dietro l’altra. Body gli fa il nome di un’agenzia. poi di un’altra. poi di un’altra ancora, ma a Parigi. il Kaiser non ci sente. allora gli dice che la fa lui la campagna con Scazza: l’ex cliente si anima. poi arriva per sbaglio Nosfe. poi incrocia pure Lise. infine anche Cloro, che continua a rompere le palle con sta storia di rifarsi le tette mentre il tipo è contrarissimo.

stacco.

hai ragione! – fa Uma entusiasta, ma senza tirarsi su la canotta. il tipo nota comunque i capezzoli in modalità fresh air vigorsol e comincia a succhiare un pimiento del padron particolarmente saporito. i due stanno svuotando la taperia di Cadaqués appena eletta da loro-medesimi luogo di culto universale. reduci dalla gita alla casa di Dalì, Uma fa Gala e il tipo l’artista baffuto con la piscina fallica circondata da svariati Bibendum. Body cerca la voglia di provarci, ma ormai non c’è più mistero e in più Uma dorme raggomitolata, col cuscino fra le gambe.

stacco.

e questo che cazzo vuol dire? – alza la voce Lorca, in un noto giappo in zona Cattolica.
e che ne so? – fa il tipo rassegnato – lì per lì mi pareva una cosa di una certa.. poi ho notato che se sto per più di 24h con Uma, comincio a pensare come lei.
Body, fammi capire una cosa.. – fa pesare il filosofo mentre s'ingolfa di tukamaki – mi stai forse dicendo che stai diventando lesbica?

stacco.

no, adesso non esageriamo – si difende Cloro al Bardelcapo. la tipa ha appena raccontato entusiasta della sua nuova amicizia omosessuale fatta a un matrimonio.
ma avete limonato? – chiede curiosa Blow.
no, ma un pensierino.. – fa lei scoppiando a ridere.
a Body parte subito il film, ma lo interrompe quasi immediatamente sulla scena dove, dopo averle spiate dalla serratura, entra lancia in resta nella camera delle due.
sì - pensa lui - forse sto davvero diventando lesbica.

Donne - dududu - in cerca di guai.

Mentre in Colombia donne con due palle quadre foderate di cemento armato sopravvivono a 6 anni di sequestro; mentre sul Mulo torna alla grandissima Nancy Botwin, la versione seriale e spacciatrice di Blow giunta alla quarta serie, sui media nostrani si parla più dei soprammobili femminili spostati dal potente di turno. Soprammobili che sembrano felici di esserlo.

La faccenda del Berlusca che raccomanda le amiche sue alla Rai riaccende vecchi pensieri nel tipo. Al di là del fatto che il Nano c’ha tre televisioni (cioé, non puoi trovarle un posto in Mediaset?), Body vorrebbe sentire cosa ne pensano di questa faccenda tutte le altre, quelle che magari di darla per una parte in Capri non sembra una cosa fichissima. Perché qua non si alza una voce che non sia maschile o quasi (la Meloni) e che sostanzialmente non dica – si, vabbeh, ma chi se ne frega.

Insomma, tipe: siete davvero tutte così rassegnate al vostro ruolo di soprammobile o vi state accorgendo che questo paese sembra fermo agli anni 50? Volete cominciare a fare casino, alzare la voce, scendere in piazza, insomma volete ribellarvi a sta pietà o vi sta bene così?

Perché se aspettate noialtri maschietti, mi sa che ve lo potete dimenticare.

Andata.

".. sindaco.. de.. fulvis.." ma che cazzo vuol dire? - fa Piero fermo al semaforo, guardando fuori dal finestrino. al suo fianco c'è Previto, dietro Body messo per il lungo. i tre sono diretti alla seconda festa d'estate del weekend.
lui è giovane, però è vecchio, quindi l'acqua lo mantiene giovane - risponde il tipo.
Piero - ...
Previto - ...
il semaforo diventa verde. Piero mette la prima - sì, vabbeh.. ma un paio di tette non era meglio?

E ritorno.

Previto - che tragedia.. il momento in cui mi sono divertito di più è stato il viaggio..
Body - già.. e siamo in coda da un'ora..

progress 12.31

Body interrompe la preparazione della gara XXX per raggiungere Blow, Gemello Pizzato e signora al Sempione 42, piccola trattoria chic dove si cucina come si deve. la fidanzata virtuale è preoccupata perché la notte prima è stata molestata al telefono da un uomo che, chiamandola per nome, sospirava e gemeva.

sarai mica stato tu, Body? - fa lei investigativa, come se il tipo non avesse niente di meglio da fare in queste calde e lussureggianti notti di prima estate. infatti dopo un'ora Body è già in agenzia a fare le 2, portando bodycopy e panini al suo art in pieno delirio impaginativo.

due sere prima era stata Dora davanti a una t-bone di bisonte canadese a rompere il delirium temporale creativo. l'ex fidanzata, in turneé europea per doveri istituzionali (matrimoni, new business sulla croisette, roba così), è sempre più bella e tettona. è tornata insieme a Spatato, ma non sembra così entusiasta. racconta le difficoltà nel comandare la forza proletaria terzomondista dei suoi fornitori balinesi, gentaglia che non sapendo cosa sia lo stress, davanti a un richiamo vanno in para scoppiando a piangere.

nel frattempo chiama Uma - il prossimo weekend sono a Barcellona, perché non mi raggiungi? Body cominicia a cercare aerei con entusiasmo, che ha bisogno di cambiare un po' aria e rendersi conto che è già passato un anno dall'ultima volta che passava dalla Spagna e gli sembra invece qualche ora fa.

Col ciclo.

da Coppi a Bartali, da rotowash Pantani alle bigliozze da spiaggia, la tradizione ciclistica italiana è un dato di fatto. peccato che le fighette del Garibaldi, per un qualche motivo, non rientrino nella casistica.

Body ha rischiato di stirarne tre nel percorso casa - ufficio di oggi: la prima andava in contromano; le altre due passavano allegramente col rosso, attraversando le striscie, convinte di occupare lo stesso spazio di un pedone. il bello è che se il tipo si mette a smadonnare, quelle rispondono a tono sventolando diti in culo.

Pubico Today.

> Suvertising dedica al tipo - e a un altro tot di blog pubblicitari - 2 pagine cadauno. scaricatevi il numero 8 qui, che nonostante Body è anche una roba interessante.

> guerrilla per le serie americane. scoperta dalle Gatte la più bella campagna dell'anno per Asha e Neal (anche se loro ancora non lo sanno).

Pubico Today - Speciale Cannes.

ok. prendetevi da bere, le siga e il posacenere svuotato. sedetevi e gustatevi la migliore creatività dell'anno qui. Body non ha ancora visto i film, solo la stampa. che peraltro ha diverse perle. fra le tante, DDB Amsterdam che riesce a prendere un oro con questa manchette in b/n. pura, semplice, distillatissima idea: siete dei geni!

progress 13.26

c'ha ragione Uma. dice - che palle Jovanotti.. sono anni che non fa altro che parlare della sua donna.. sembra c'abbia una storia solo lui! Body e la tipa stanno facendo colazione alla tabaccheria delle sudamericane, un locale per nulla trendy in zona Brera, con la barista stauaria e forse cubana. sull'inevitabile LCD appeso sopra alla cassa, impazza l'ex jovane nella sua nuova microproduzione: a occhio e croce un mezza giornata di shooting alle Officine Meccaniche.

la barista canticchia versi memorabili come "a te che sei, semplicemente sei, sostanza dei giorni miei", mentre Body Anatomy le radiògrafa il culo appena si gira. dice - la voce di Lorenzo è insopportabile: poco intonata, nasale. la linea melodica uno strazio, il testo uno scarto del primo Ramazzotti: incredibile come possa aver ancora successo.

molto semplice - fa Uma buttando nel cestino metà della brioche che stava mangiando - Lorenzo è l'icona del radical chic sinistrorso.. ha un posizionamento chiaro e vincente su noi trentenni metropolitani.
e da cosa lo deduci, di grazia? - chiede meccanicamente il tipo, mentre nella sua testa ordina alla paziente latina di svestirsi e sdraiarsi sul bancone.
perché ha chiamato il suo disco Safari e non Explorer - chiude lei avvicinandosi alla cassa per offrirgli la colazione.

progress 13.15

al baretto sotto l'agenzia, Body e Frego consumano il pasto dei giusti mentre un gruppo di liceali alle loro spalle ripassa per la matura. a un certo punto una col culone mezzo fuori dai jeans e la canotta rosa, fa - ho capito cosa voglio fare nella vita: il chirurgo!

Body occhieggia Frego, perché avevano appena finito di discutere la famosa teoria bodycopiana che se avessero inventato Grey's Anatomy 10 anni prima, a quest'ora il tipo era uno dei cardiochirurghi più famosi del Paese e salvava vite con Ginostrada.
il chirurgo? - chiede preoccupata l'amica con un paio di occhiali Cavalli dalla superficie vetrata pari alla Polonia.
certo! - riprende la culona, tutta eccitata - il chirurgo... plastico!
Body e Frego rimangono paralizzati per un buon 10 secondi.
poi il tipo - appena tornati in ufficio ricordami di levare Nip/Tuc dalla lista myspace.

Il post su Cannes.

è il classicone di giugno per ogni blog di reclamista che si rispetti. funziona così (Body lo sa perché è il primo ad averli fatti): si segnalano le 2 campagne che potrebbero arrivare a premio. le 2 campagne non vanno a premio. tutti si deprimono. si comincia con l'elencare i mali della pubblicità italiana. si continua elencando i pregi di quella spagnola/francese/tedesca. si finisce con lo sputtanare anche l'unica campagna italiana carina ancora in corsa, mandandosi tutti affanculo.

ma Body quest'anno vuole essere positivo. e così, per augurare un gran Festival a tutti, vi dedica questo inno all'impegno per la conquista dei propri sogni. per qualcuno lo spot più bello della storia, per il tipo, semplicemente, poesia.


Paris' Nightlife

Caro Body,
mi sono accattato l'ultima puntata della celeberrima saga GTA per Playstation 3.
Non ci avevo mai giocato se non per un paio d'ore con Alambicco in modalità psicopatico.
La modalità in questione prevede di sparare, investire, ammazzare e spaccare tutto cio che capita a tiro. E' divertente ma alla fin fine diventa un po uno sparatutto.
In realtà è la storia le vera parte tosta del gioco. I personaggi e le situazioni sono fatti da dio. Ad esempio dopo che ho mollato Little Jacob, un rasta annebbiato dall'assunzione continua di cannabis, sono andato a fare un lavoretto per Dimitri. Insieme al suo socio siamo andati a riscuotere il pizzo da dei tipi che producevano pornazzi senza il nostro permesso. Ho sparato nella gamba di uno a mo di avvertimento e questi hanno subito cacato la grana.
E' un capolavoro!
Lo inserirei nei programmi didattici, con buona pace dell'associazione genitori.

Yukka

La Sindrome di Beigbeder.

Body se la deve portare dietro da sempre, crede. è quella improvvisa consapevolezza che ti prende quando pensa a tutta l'inutilità della fatica pubblicitaria. il rendersi conto del circo consumistico nel quale è imbevuto e del quale rappresenta un meccanismo palese. tutto è mktg, tutto è comunicazione persuasiva. è come prendere la pillola blu e guardare il mondo dall'altra parte dello schermo. miliardi di ore d'informazione mediatica completamente inutili gli si riversano nel cervello; lo stacco pubblicitario; questo programma è offerto da; lo sponsor; il testimonial; il gel di cristiano ronaldo che si accomoda in panchina; i videoclip di Jay-Z; la disperata certezza che tutto quello che sa fare è sì e no posizionare una marca.

la Sindrome di Beigbeder comincia così: stanchezza perenne, difficoltà a concentrarsi, ansia. poi sono attacchi di nausea, allergia ai brand - una specie di Cayce Pollard in quel libro di Gibson, ma al contrario.
Lupus? - chiede Allison, davanti al paziente quadrettato.
più Leones, direi.. - fa House sibillino - .. mancanza di Leones..

Civoli, sveglia!

Kessels+Kramer, 180, Wieden&Kennedy, Strawberryfrog, Marpessa, lo Sheeba..
gli Olandesi ci battono 3 a 0 da un pezzo!

progress 23.32

dopo una vita a sparar merda sui vari dinosauri del rock che infestano i palchi di mezza Europa, ecco Body che si riscopre orgogliosamente generazionale e carica i vecchi amici di bisbocce metalliche Elmer, Vocione e Wolve. i 4 si presentano all'Alcatraz per vedersi i nonni Queensryche mettere in scena per la prima volta insieme i due capitoli di Operation: Mindcrime.

siete dei vecchi - commenta Lorca via telefono, in formissima perché ha addosso la sua maglietta preferita ed è al Living con la sorella di una sua studentessa.
codice deontologico? - chiede Body.
esatto.. - conferma il filosofo, omettendo di dire se la sorella è minore o meno. quindi un buttafuori butta dentro Body e il tipo si ritrova i Queensryche che hanno già cominciato.

Geoff non ha più voce e il suo agitarsi per il palco come il Gobbo di Notre Dame, struggendosi per ogni movimento di Sister Mary - l'ex prostituta diventata suora, qui magistralmente interpretata da una suicide girl di 80kg - lascia un attimo atterriti. ma Eyes of a stranger, The needle lies, Suite Mary e compagnia cantante fanno ancora la loro porca figura. altro che danze e spilline e allstar sventrate! qui siamo di nuovo borchiati e foderati di pelle nera bella tosta, perdio!

Body alza la mano a cornetto e pensa allo scorso sabato, quando con Ressica, Uma e Dalila arrivava ai Magazzini per vedere i Soulwax e scappare praticamente subito, dopo una specie di dj set suonato che i giovani emo puzzolenti e sfigati sembravano gradire molto. ora invece è tutto un fiorire di ex metallari stempiati e con la panza che gonfia vecchie magliette del Gods of Metal, 1991 circa.

inutile dire che sono tutti bellissimi.

alla terza ora di concerto, la sciatica comincia a serpeggiare come un virus nell'infuocato pit di panzoni attempati. ma Body chiama tre pezzi anche da Empire e i tipi tornano per chiudere alla grande. si frigge su Jet City Woman (un pezzo di classica poesia tateiana, roba da far sembrare Vasco un seguace di Gadamer), s'inneggia alla revolution sul mega-anthem di Empire e quasi quasi si fa scattare il limone su Silent Lucidity, ma l'irsuto Wolve si nega all'ultimo, riuscendo a castrare la tenera malinconia che albeggiava nel cuore del tipo.

usciti dall'Alcatraz, Body è ancora un po' rivoluzionario e quasi quasi piscia sulla porta della MacCann. ma la sera prima ha visto The Secret e ha paura che un giorno o l'altro qualcuno pisci sulla sua.

Chi va con lo zoppo.

location: taperia trendy. Maricon e Orecchio vedono la loro amica Ressica seguire in bagno un art director semi famoso. venti minuti dopo, la coda arriva fino alle Colonne di San Lorenzo e Ressica non è ancora tornata.

Maricon - ma secondo te Ressica sta davvero trombando in bagno?
Orecchio - impossibile: la sveltina nel locale pubblico è troppo gay..
i due si guardano per un paio di secondi.
poi, Maricon - ma Ressica è gay!
scoppiano a ridere e ordinano un altro giro di pata negra.

Progress 15.15

Body lavora con Fico, il suo nuovo art nella semi-prestigiosa agenzia del Padrino. orari da pazzi, stipendio da fame, stagiste cessi. perché sia contento è tutto da chiarire.

Regina è arrivata a 70 kg e all'ottavo mese di gravidanza. l'ex musa sembra aver ingoiato un SuperTele troppo gonfio e il tipo glielo fa notare con tatto. lei ride, gli dice che la sua gelosia lo fa diventare un Gregory House senza bastone e pronostica una finale di X-Factor Aram Quartet vs Giusy. qualche giorno dopo diventa mamma senza complicazioni e il gruppo di Morgan vince così.

Elmer si sposa a settembre, Ethan a luglio, Body né a luglio né a settembre.

Dora prenota stregonerie sulla spiaggia indonesiana dove vive. chiede a Body cosa desidera dal cielo, sacrifica una papera per l'occasione e il tipo si ritrova improvvisamente semi-risolto. Body ringrazia soddisfatto, scarica il season finale di Grey's Anatomy e si chiede - ma perché cazzo non ho detto il Gran Prix a Cannes?

Reich doveva essere a Milano da più di un mese. invece scopre che il suo trasferimento era solo una ripicca del capo perché lei non gliela dava. così si licenzia e rimane a Roma.

Previto è in sbattimento perché il suo computer non è sufficientemente potente per montare video. la sua nuova scimmia si chiama "fare video porno amatoriali da mostrare agli amici". che significa: 4 minuti di scopata in soggettiva finché Fiat non dice in camera - se lo fai vedere al Giornalaio, ti uccido.

Gossip.

Cremona mega DC di McCann. Vigorelli si pensiona, Rozzi&Battaglia in DLV, United chiude. Mastromatteo DC in Armando Testa Milano, Bodycopy CEO di 180 Amsterdam.

tutto vero?

Pena capitale.

che tristezza: Roma in mano a un postfascista, con sostenitori poco post e pure taxisti. ma a tutti gli altri Body non può dire nulla: come cazzo si fa a votare per la terza volta uno come Rutelli?

Pubico Today.

> aprile, seconda serata: scattano i riposizionamenti delle birre. Heineken, per un qualche motivo a noi ignoto, abbandona 10 anni d'investimenti sul quadrante "musica" per occupare quello più generalista "d'intrattenimento". lo spot ovviamente è di nuova generazione: un casino di gente per strada a fare cazzate, che fa molto big idea e, se ci va di culo, pure un po' virale. contemporaneamente Ceres - che non ci può credere - come gli abusivi dell'Alert si fionda nella casella rimasta vuota così. tutto pianificato in parallelo: nello stesso mese, sulle stesse tv, negli stessi blocchi.

> Dechatlon va in tv per vendere magliette da 7 euro (nessuno ha il coraggio di uploadare lo spot). ma ce n'era davvero bisogno? e stiamo parlando anche del logo perenne in alto a dx, in pieno delirio logorroico.

> continua la saga di Mondo Convenienza. gli attenti lettori hanno segnalato megaffissioni con bambini col cappello da cuoco che non crescono mai. Body segnala anche un deragliante spot logorroico e soprattutto l'autocoscienza scaturita nei manager dell'azienda, probabilmente dopo i risultati della campagna.

Braccio di Ferro.

hardcore o neomelodico? etero o omo? Emo o Tiziano?
prima o poi doveva succedere: dopo Ernie e Bert, anche T-Iron goes crossover!

progress 18.06

Reich cerca casa a Milano fino all'estate. Body sente in giro, recupera appartamenti per l'amica, ma costano sempre troppo. allora lei s'impone e annuncia il suo trasferimento nel Bodyloft. il tipo rimane spiazzato dal rilancio fuori posizione. la sua casa è sempre aperta, ma 3 mesi di convivenza sono un azzardo in piena regola. così le fa sincero - ok, ma appena scleriamo, fuori a calci in culo.
l'amica ringrazia commossa e fa le valige.

nel frattempo Uma ha messo un Body+3 nella lista per la serata più cool del Fuorisalone, così che il tipo dà la punta a un tot. di gente fuori dai Magazzini ma arrivato, vorrebbe suicidarsi. piove che dio la manda e dalla ressa all'ingresso sembra stiano regalando panette. Body e Previto alzano i gomiti, scoprono che questo evento è l'unico di Milano dove della lista VIP non potrebbe fregare un cazzo a nessuno e in 10 minuti, con qualche livido sotto la cintura e un paio di madonne scomodate a proposito, passano lo sbarramento.

il trend della cosa dentro ve lo potete immaginare: un mega groviglio di giubbotti di pelle, occhiali neri con montatura nerd e spillette degli Who. 2 tizi cofanati in testa si spacciano per i Mars Volta, ma Body non ci casca perché quello che dovrebbe essere Omar non sta facendo un assolo. Previto va oltre il palco a cercare una tipa, Body gira dall'altra parte finché finisce sotto un tendone nel cortile, ad aspettare Uma.

un tizio passa veloce con un cartello sulla testa che fa - tonite you get laid thanx to Reebok e una ragazza dietro Body dice qualcosa in inglese tipo - posso farcela da sola! bionda, alta, piercing sulla lingua e lo sguardo liquidissimo: che sia una modella? il tipo non fa tempo a domandarglielo che si ritrova la sua lingua in bocca. Body annota mentalmente - domani.comprare.sneaker.reebok che ecco arrivare subito il ragazzo di lei, un longilineo di 20 anni appena uscito da un affissione Armani. lui, lei e altri due orrendamente fighi stanno in maglietta sotto il diluvio, completamente strafatti. il tizio limona la tipa duro, lei gli dice qualcosa nell'orecchio. allora lui l'abbraccia ancora più appassionatamente, guardando Body lascivo da sopra la spalla. Body fa lo sguardo da uomo di mondo. poi folda veloce la mano, guadagnando l'uscita a passi ampi e distesi.




gli Itagliani hanno scelto:
Ciarrapico, Borghezio, la Carlucci, la moglie di Fede, Dell'Utri e i cannoli di Cuffaro.

(visual impagabile via rododendro).


A gonfie vele verso Cannes.

Body inchioda la Boderosa, rischiando l'incidentone sul Naviglio Pavese. è uscita la nuova affissione di Intimissimi, penserete voi. e invece no. il tipo deve documentare il 6X3 che ha incrociato e che vedete qui sotto.
il logo è il visual.
posizionamento brand cristallino: MONDO CONVENIENZA.
mondo: richiamo all'ampiezza dell'offerta.
convenienza: richiamo alla convenienza.
"la nostra forza è il prezz": spiegazione di "mondo convenienza" (che qualcuno magari potrebbe equivocare e pensare - chessò - che si sta parlando di voli lowcost), ma con licenz poetica.

delle due, l'una: o è un'azione di guerrilla di un qualche marchio figo tipo Nike (tipo un lavoro sul media: faccio lo steso leggermente più grande dello spazio così sembra che abbia fatto un errore) o è il corpo del reato dell'omicidio della pubblicità italiana. Body continua a sperare nella prima perché è un tipo tutto sommato simpatico, ma la spiegazione più ovvia è che sta roba l'abbia fatta e impaginata un direttore commerciale con la terza media. notate la mancanza assoluta di qualsivoglia creatività: niente è lasciato al caso, né all'immaginazione. il consumatore è chiaramente un ignorante come chi gli sta parlando. il messaggio parla razionalmente, e parla razionalmente di un posto dove il sottocosto è vangelo e il prezzo il suo dio. valore aggiunto, mktg, brand, packaging, niente conta più per la fila d'italiani neopoveri, sfigati la cui unica scelta è la rinuncia e che come tali devono essere trattati.

Body lo sa: prendersela con sta gente è troppo facile, anche quando battono ogni record d'idiozia. ma cosa dire allora della quarta di copertina odierna di Repubblica? qui c'è di mezzo una banca, soldi e un'agenzia. l'ideona è fare una finta campagna politica durante il weekend delle elezioni. roba che abbiamo già visto almeno una cinquantina di volte negli ultimi dieci anni, ma bella lì. anche perché il copywriter coinvolto - è aperta da qualche ora la caccia all'uomo, le autorità si dicono fiduciose su un suo imminente arresto - si è dannato l'anima per salvare l'annuncio. "Vota Utilio. Il conto che ti premier" gli costerà almeno 20 anni a San Vittore, ma giusto perché siamo ancora un Paese civile.

progress 16.40

Body tiene a bada i creditori che ormai lo assediano fuori dalle mura del condominio. dai finestroni alti del Bodyloft, rovescia sugli orchi ingordi litrate di olio bollente manco fosse la presa di Minas Tirith. bastardi! non mi avrete mai! - urla il copywriter protestato, mentre mena fendenti con la prima cosa che si trova fra le mani (la sua preziosissima Wilson T2000, con la quale sbaragliava avversari di 8 anni al Brallo mentre Jimmy Connors alzava Grandi Slam uno dietro l'altro).
poi, come in un mediocre spot mass-market, Body si sveglia dall'incubo e si ritrova solo e sudato nel suo lettone.

la sera prima, Uma lo riempiva di sbagliati mentre faceva il punto suoi suoi casini, che messi insieme a quelli di Body formavano un inedito cumulone fetente sul marciapiede davanti al Bardelcapo, Bassolino's style. la salma creativa, con un entusiasmo palesemente di facciata, trangugiava il denso liquido rosso e rincuorava entusiasta l'amica - Uma, ce la possiamo fare! è solo un momento, tutto si aggiusterà!

giorni dopo, fra direzioni creative comiche e proposte di copywriting di bassissimo livello, entra in scena il Padrino, offrendogli un sushi, tre ore di chiacchiere e risate e un posto nella sua ambitissima agenzia. ok - pensa Body - adesso si tratta solo di contingentare i vodkasauer per un paio di mesi. cosa non proprio automatica, anzi, ma con un account su ebay e un'introvabile racchetta anni 70, dovrebbe bastare.

Non mi scappa.





il packaging del nuovo millennio: una bodycopy dove la carta igienica parla in prima persona.

Strafatto.

da qui, David Droga sembra un extraterrestre. lui, il creativo più premiato nella storia di Cannes (48 leoni e 3 gran prix!) e i suoi compagni di merende tipo Ben Nott (oltre 60 premi internazionali) o Jeff Anderson (secondo Creativity il quinto art director più premiato della storia dei premi), dopo aver fulminato in pochi anni tutti i gradini possibili di una carriera di successo, decidono di fondare Dro5a e intrapprendere definitivamente la strada di una pubblicità dell'altro mondo.

Publijihad, che da sempre considera Droga l'icona etero più sexy del circus, decide che è venuto il momento di studiare davvero il fenomeno. cosa c'è dietro le sue grandi capacità diplomatiche e strategiche? intelligenza? talento? o solo culo? passate 2 ore sul loro sito come ha fatto Body e scoprirete quello che segue.

l'above/below-the-line sono concetti che non esistono più. non esistono più perché i media sono cambiati, la società è cambiata, l'economia sta cambiando. e se ai margini dell'impero galattico si fondano agenzie su concetti nati decotti come la neutralità, Droga ha già superato tutto questo mettendosi dalla parte di una partigianeria mediatica, una resistenza coraggiosa dell'altro come risorsa possibile contro la dittatura tabellare, le concessionarie, i centri media. guardatevi le case history di Steinlager e Ecko Unltd. nei dati di revenue della campagna, in coda ai video, c'è un orgoglio evidente in quel "soldi spesi in spazi pubblicitari = 0". non è una semplice constatazione, è una dichiarazione di guerra.

se stampa e tv sono diventate noiose, è il video a diventare il media-medio. e infatti tutto si presenta in video: strategie, prodotti, campagne di guerrilla e campagne stampa. il profumo degli stamponi appena ritirati al reparto produzione, avvolti nella loro fragrante carta da pacco, ve lo dovete dimenticare. così come il vecchio adagio de "l'artigiano della pubblicità", che già quando Body aveva cominciato questo mestiere gli suonava stonato - quasi che egli fosse un ciabattino, un falegname, un dettagliante insomma - e che oggi suona solo come una presa per il culo.

per gli extraterrestri la comunicazione di qualità incarna un'idea atavica, mitica e possibilmente contagiosa, che ci arriva indistintamente, navigando per la rete, camminando per la strada o sfogliando l'espositore di promocard mentre aspetti la pizza da Rosso Pomodoro. le loro campagne superano la comunicazione commerciale, sono un fiume di senso magmatico, denso e allo stesso tempo impalpabile, racchiuso in una confezione consapevolmente ambiziosa e perfetta.

ma fin qui è solo stile. mentre è sotto che si screma la filosofia, talmente naive da non crederci: le campagne di Droga vendono valori! come un artista qualsiasi del cazzo, DD parla di una cosa facendoci la morale di un'altra, raccontandoci un mondo impossibile ma migliore, celebrando una messa cross-mediatica e blasfema, incitando a valori universali, sempre e comunque, anche quando ti sta proponendo una tariffa telefonica.

sì, Tap Project di Unicef e il Million Project di NYC sono campagne social, quindi valoriali per definizione. ma per Ecko Unltd lo sfregio all'Air Force One è solo scelta. e così Steinlager, una semplice birra diversa dalle altre solo perché neozelandese, ma che quella cultura, quello stile di vita lo regala al pubblico così come un genitore progressista regala al figlio un viaggio intorno al mondo (e beato lui). e le affissioni per il Museo sulla Bowery? il logo intelligente eppur bellissimo, che diventa una finestra sull'arte contemporanea, per le strade, sui cartelloni, nei ristoranti, nei bar. perché il bello è valore, ingegno, cultura.

recentemente, Body discuteva con él del fatto che una delle cose che lo aveva affascinato del mestiere di pubblicitario è che a loro, ai giornalisti e ai politici Baudrillard dava lo scettro del potere del nuovo millennio. il professionismo dell'informazione sarebbe stata la variabile fondante della società dell'informazione e i due - comunque in balìa di PM, DC sgrammaticati e account menefreghisti - non riuscivano a capire dove il grande filosofo avesse sbagliato. oggi, l'hanno capito. non era la previsione cannata, ma il dove: non nella piccola società dell'informazione ma nella grande galassia degli extraterrestri è esattamente quello che si sta avverando. Droga è il nostro Santoro, perché fa brand, istituisce call-to-action creativissimi, ti fa compare birre e fare telefonate sostenendo che tutto questo abbia lo stesso impatto culturale e politico di una X alle prossime politiche.

Droga non solo fa cose bellissime, ma le fa con una consapevolezza e una intelligenza quasi pericolose. perché se metti insieme bello e intelligente, rischi che quello che metti on-air si trasformi in altro. "rivoluzione", nella migliore delle ipotesi, "arte" nella peggiore. e Body ha la strana sensazione che il suo lavoro, adesso, sia tutto questo.

Per strada.

alle 9 e zero zero Body viene svegliato da un presidente che vuole offrirgli una direzione creativa. il tipo guarda il calendario, vede che il primo aprile è passato da un giorno, quindi si accorda per un colloquio volante tre ore dopo. i "se" e i "ma" si accumulano uno sopra l'altro, il reparto è creativamente morto, ma non è detto che la cosa non si possa fare. fra l'altro, questa è l'agenzia che usa Kartina perciò Body la chiama per avere più notizie. lei risponde da New York e il tipo vorrebbe mettersi a piangere..

asciugati gli occhi e finita la telefonata, Body s'imbatte per caso in Donnavera che è ancora bella, simpatica e sull'orlo di una rottura definitiva col suo uomo. ogni volta che ti vedo, ti trovo sempre sul punto di una rottura definitiva - le dice Body. lei scoppia a ridere e, interrogata sul perché non abbia ancora procreato, scarica le responsabilità sugli uomini che non vogliono avere figli per poi chiedere a Body se è interessato a fare il donatore.

poi una macchina accosta e comincia a clacksonare. è arrivato il mio taxi - fa lei baciandolo forte sulla guancia prima di mettersi a zampettare con la borsa dei layout in mano, ma dall'auto esce un uomo che comincia a urlare a Body - bella frateeelllo, sei il miglioreee...
Donnavera
rallenta e si gira per guardare Body con aria incuriosita e borghese.
il tipo guarda l'uomo e l'ex collega poi.
ehm.. Donnavera, ti presento MrPoosh, il mio.. il mio.. il mio taxista di fiducia! - fa lui straparlando, mentre quello lo abbraccia così maschio da perdere i RayBan a specchio per terra.

progress 18.10

Body ha trovato un paio di appartamenti sfitti e chiama Uma per segnalarglieli. questa non risponde ma poi subito arriva un sms: ciao tesoro. sono a Phoenix per lavoro. caldo e posto assurdo. torno venerdì e ci vediamo. bacio! allora prova con Camera, per certi affari di lavoro in programma. nemmeno il regista lo caga, ma poco dopo arriva il messaggio: ciao Body, sono a Dubai. torno il 3 e ti chiamo.

il tipo si guarda attorno. famigliole, amici, i bambini di Gemello Pizzato che lo prendono a calci nella schiena.. e si rende conto che il posto più lontano dove è stato negli ultimi mesi è il Parco Sempione. il tipo si gira verso Blow per lamentarsi della cosa ma questa non lo caga. sta raccontando a Gemella Pizzata del suo prossimo viaggio in Qatar a fine mese.

Headlines.

cultura.
aveva ragione Woah: Bret Easton Ellis è culo. ma ciò che infastidisce è sapere che pubblicherà solo un altro libro perché non c'ha più un cazzo da raccontare.

politica.
ecco cosa succede senza le preferenze: Body fa il test di voisietequi e scopre di essere super comunista.

outing.
l'unico spettatore di X-Factor è Body e il tipo non si capacita della cosa. cioé: non del fatto che nessuno guardi il programma ma perché lo segua lui.

sessualità.
continua la saga della mezzapompa. nella camera da letto di TexMex, però senza TexMex, in occasione di una cena chiamata dal fotografo. e quel "mezzo" davanti a "pompa" questa volta non è colpa dell'operosa Vira ma della precarietà della cosa, visto che tutta la festa aveva la giacca in quella stanza..

progress 18.26

Body discute di guerrilla e 360 con Manimpasta. la DC - che nell'immaginario del tipo è una specie di Adecco dei creativi italiani - fa commenti datati e Body, col solito tempismo, non manca di farglielo notare.

il giorno prima, il tipo aveva fissato colloqui col Padrino per verificare quanto sia internazionalizzabile il suo portfolio e con un'agenzia trasversale che potrebbe aprirgli nuove strade. poi va a trovare Mimì e questi, quasi vergognandosi, sembra offrirgli di tornare alla casa madre. "sembra", perché il DC ha ormai l'entusiasmo di una Tera Patrick davanti a una cintura di castità, e Body non riesce a capire se gli stia facendo un'offerta vera o solo un sondaggio preventivo. la cosa lo sciocca comunque un attimo: il tipo ha bisogno di lavorare, ma pensare di tornare lì da dove se ne era andato anni prima lo fa sentire come un mezzo fallito. e Body non ha la minima voglia di prendere atto del suo fallimento!

poi. terminata l'ennesima sessione di lavoro con Nana, Body attraversa il centro città a piedi con Fibra sul Bi-Pod, cercando di capire se gli piaccia o meno. nel dubbio, switcha su Teatro degli Orrori e mentre mentalmente canta a squarciagola il ritornello di Compagna Teresa (.. rincorrere i sogni ci ha sempre portato fortunaaa..), incorcia Mizio davanti al negozio Onyx di Porta Ticinese, lo saluta e continua per il Bardelcapo dove ha appuntamento con él y ella.

i coniugi stanno mollando Barcellona per tornare in Italia. hanno 1000 idee e nessuna di queste ha a che fare con la pubblicità. a Body fa sempre un casino di piacere vederli: sono una coppia speciale, sembra davvero si completino a vicenda. dopo chiacchiere, negroni e bistecche, il tipo saluta e prende l'ultimo metro per casa.

Body ama la metropolitana perché è democratica, perché gli ricorda le grandi città del mondo e poi perché s'incontrano ragazze con gli stivali molli rossi e la coda di cavallo. inoltre, dove altro s'incontrano perle d'annunci come questo qui a fianco?

progress 10.36

il Giornalaio va all-in e Body chiama convinto. quello mostra un progetto di scala scoppiato, il tipo un full. tutti scoppiano a ridere, mentre il cartonato del naviglio si fa dare l'ottava nuova puglia e mette fretta al telefono al suo spacciatore.

Body riordina le pile di fiche senza particolari emozioni. ormai gioca a poker solo con gli amici e notizie come quella della chiusura del circolo Villoresi lo colpiscono fino a un certo punto. non così Benjo, frequentatore abituale della bisca, che da Las Vegas cazzia il Giornalaio dopo aver letto un suo articolo a riguardo. che ci posso fare? - gli dice lui - hanno trovato tavoli illegali da 8.000 euro.. dovevano chiuderlo!

a Body torna in mente la telefonata di Lorca di qualche ora prima. il filosofo stava passando la Pasqua sul Lago, in compagnia di una brand manager ventottenne con la quarta.
e così stai a Milano con Previto e i Giornalai - gli diceva l'amico - ho sempre pensato che a questa età ti avrei trovato con moglie, figli e Audi all-road nella tua casa in montagna..
sì.. - ribatteva il tipo - manca la zuppa del casale in tavola e sulla mia vita ci scrivevo un altro format..

progress 20.13

l'Audi di Piero è così lunga che, parcheggiata in doppia fila, chiude altre 3 auto. Body incontra l'amico per caso al bar dove sta facendo colazione. sta partendo per una regata durante il weekend.
tu andrai via? - gli chiede Piero.
no, devo lavorare - gli risponde mentendo il tipo.

Croce
smessaggia Body: vuole sapere se si vedranno sabato sera. il tipo aspetta tre giorni e poi le risponde - tesoro, scusami! non ho visto il messaggio!

Nana è incinta. Body la incontra per incominciare a impaginare il portfolio e trova la tipa piegata in due delle nausee. non dirlo a nessuno, Body - gli dice lei - sei il primo a saperlo!

scritta e prodotta da uno dei Sopranos, Mad Men è una serie tv che parla degli anni 60 a New York. la cosa interessante è che è tutta ambientata nel nascente, dorato mondo della pubblicità niuiorchese. poca adrenalina, episodi da un'ora, risate zero. ma è uno spaccato ultramaschilista e alla terza puntata c'è pure WV Lemon di Bernbach.

Body e Uma scavalcano la Bentley di Corona in Largo La Foppa, poi scavalcano lo stesso Corona davanti al Radezky, quindi cercano di mangiare all'Incoronata ma la trovano è chiusa. così tornano indietro e si ritrovano ai tavolini di Princi con delle focacce in mano. è una domenica mattina favolosa, Body rimane in felpa e accumula calore sulla schiena. ovviamente, non ha la minima voglia di parlare. Uma invece sì. nell'ultima settimana ha cercato casa e portato avanti il suo disegno da neosingle provando il "cinema da soli", una disciplina che pare prendere dignità fra i 35/40enni appartenenti alla categoria.

sono andata al President a vedere Il Petroliere.. - attacca lei - data la novità della cosa, non ho resistito e gliel'ho detto alla sciura alla cassa: sono qui da sola!
e cosa ha risposto lei? - fa Body.
non si preoccupi, signorina: qui c'è solo gente perbene!

progress 12.48

Ressica parla di palline eccitanti, roba che le ha regalato un'amica lesbica a New York. le altre commensali non le hanno mai provate e Body le ha viste giusto in fotografia. per evitare descrizioni particolari, la tipa dribbla e rilancia col Bicorno, l'aggeggio per il doppio sollazzo femminile che qualcun altro le ha regalato e che lei definisce fantastico.

Body riflette - possibile che le amiche di Ressica quando pensano a lei pensano automaticamente a giocattoli sessuali? poi attacca il secondo piatto di Pimienta del Padron, visto che siamo alla taperia alle Colonne e bisogna approfittarne.

ma la piega Lipstick Jungle continua. Ressica è stata mega cazziata dalla sorella perché in un attimo di piacerone, ha limonato un 25enne nella penombra del Plasic. la cosa sembra sconvolgere le donne molto più che delle palline in culo. Body vorrebbe capirne il perché, così contribuisce alla discussione spiegando che agli occhi del maschio ventenne, la donna 35enne è una dea marziana irraggiungibile e super ambita. ma la cosa sembra non mitigare il dissenso.

domenica il tipo mette insieme Blow e Uma e i tre brunchano al Frida, zona isola. la bionda eterosessuale è reduce da una serata lesbica al sottomarino giallo. te l'ho detto, Body - fa lei - adesso voglio ritrovarmi in tutte le possibili situazioni trash che questa città può offrirmi!

evidentemente l'albero deve averle svelato un sacco di cose.

così spiega di aver scoperto che le lesbiche si dividono in Trucker e Lipstick (cioé in camionisti e fighette). che sono molto tenere fra loro e anche molto possessive. e che fra le Lipstick, in realtà, il tasso di riconversione è elevato: a un certo punto ne hanno anche piene i coglioni di Bicorni e affari di lattice, e tornano dagli uomini.

Body però c'ha la testa da un'altra parte e non è al Liverpool. verso le quattro molla le amiche e torna a casa a lavorare al portfolio. se dio vuole, a fine settimana dovrebbe essere pronto.

Post generazionale.

.. sono solo una manica di sfigati! - fa Lorca ingollando in fretta quello che rimane della seconda media, così da ordinare la terza prima che la cameriera sparisca nuovamente dalla scena. Body gli siede accanto, sugli sgabelli esterni delle Biciclette, ascoltandolo distrattamente perché impegnato a smessaggiare Vira.

i ggiovani.. - continua il filosofo - io li vedo tutti i giorni in Università e alla fine non li capisco. sembra che vivano a metà, che le emozioni che hanno ereditato siano più sfuocate, più spente..
sei solo tu che sei un vecchio e non l'accetti. - gli ribatte di default Body, senza alzare lo sguardo dal cellulare.
ma vaffanculo, guardali! - riprende Lorca - tutti orgogliosi del loro essere nerd.. cinici come dei cinquantenni.. e con quelle le allstar puzzolenti ai piedi!
il tipo guarda teatralmente sotto il tavolino. poi, con lentezza, per fargliela pesare - ma anche tu c'hai le allstar ai piedi, Lorca!
minchia, ok - fa spazientito lui, accendendosi una siga - ma alla loro età c'avevo gli anfibi.. e anche altri modelli. per dire: Kiedis, Stanley, PJ, Vedder.. perdio, Body, la nostra generazione si rispecchiava in gente così e gli sfigati adesso cos'hanno? Dorethy? Banks? la cicciona dei Gossip? quali sono i loro campioni?

Body pensa agli Wombats e al loro video che lo sta vagamente ossessionando da un paio di gironi. il classico gruppo di nerd, penosi su un palco ma ottimi quando c'è da fare i vj o i protagonisti di un clip trendy. il pezzo è lo standard dell'industria musicale odierna: nervosetto il giusto, ritornello catching e linea teaser: .. so I'm moving to NY 'cause I got issues with my sleep..

Lorca sembra leggergli nel cervello - da quanto era figo, Vedder nel '92 ce lo saremmo fatti pure noi! il tipo ci pensa e insomma.. quel vocione maschio, quelle labbra femminili.. quella sua perfezione estetica, naturale, ovvia, in ogni movimento..

porcatroia! mi sa che Vedder io lo limonerei pure adesso!
- fa Body con una certa onestà.

Vi prego.


guardate l'ultimo video di Bjork. Declare Indipendence è Gondry al massimo della sua visionarietà: che qualcuno gli dia un altro Oscar, perdio!

(ah.. e a Bjork il Nobel per la Pace, of course).

Cosa resta, cosa rimane [2/2]

la sera dopo, Uma e Body si ritrovano al Palazzo del Ghiaccio per la festa dei gioiellieri vicentini. i due varcano la porta che stanno ancora discutendo di Humus, Pacho e alberi milanesi. incontrano Nuvola con addosso il vestito del Joker, Blow in pieno sbattito da PR, Radical con gli occhi a cuoricini per un tipo in impermeabile e Gemello Barbuto casualmente elegante come la solito. Periodico è con Fist che, tanto per cambiare, fa la figa ma questa volta non fa finta di non riconoscerlo.

Cloro chiede - cosa stai bevendo? e il tipo le parla della vodka francese con succo di uva che si sta scolando - praticamente un moscato che picchia come un negroni. Uma invece è ancora al primo mojito taroccato col gin sponsor dell'evento.
poi ieri notte sono tornata a casa e mi sono messa a scrivere - dice la bionda - e ho capito un tot di cose.. anche che tu sei un po' moralista e cattolico! il tipo non fa tempo a confermare che irrompe Previto. l'avvocazzo spiega come adesso si stia allenando per diventare un vero bastardo. ormai ci prova con chiunque di default, senza più rispettare gerarchie e amicizie. infatti è appena stato cazziato da Piero perché tarma la sua amante.

c'ha ragione Piero.. - dice il moralista cattolico.
ragione di che? - fa il libertino bastardo - mica è la sua fidanzata!
uhm.. - calcola Body, messo inaspettatamente all'angolo.
eppoi sai come sono fatte le donne.. mica è colpa mia! - quindi Previto prende per un braccio Uma, la riempie di cazzate e la trascina sotto il palco dove Jean-Michel Jarre sta cominciando a smanopolizzare sintetizzatori.

(post che non continua perché non succede più niente)

Cosa resta, cosa rimane [1/2]

Uma è tornata triste e mondana perché ha appena lasciato Humus. così Body cancella gli appuntamenti del weekend sapendo che si dedicherà completamente all'amica per farla parlare, bere e distrarsi.

la va a prendere a casa sua, lei scende ed è fighissima. la bionda è perfettamente impaginata in quel tono "radical-chic - alto di gamma" che è la cosa migliore che il tipo possa abbinare ai suoi stivaletti di Clone e alla sua moto d'epoca. Body la carica sulla Boderosa, si mangiano una pizza da Spontini per poi dirigere al Music Drome per il concerto di Juan Mordecai.

il pubblico sembra mezzo spompato, la voce di Moretti invece no. a Body il disco di Juan Mordecai piace assai, anche perché è un bel taglio netto alla nostalgia grunge dei Karma della quale nessuno (o quasi) sente più il bisogno. per questo non capisce questo suo mischiare ancora le carte (il concerto era venduto come un concerto doppio), con 3/4 vecchi pezzi rimasti in repertorio e Pacho con la pelliccia a fare il cabarettista sul palco..

della gig si registra che solo 2 componenti su 4 hanno perso i capelli e che Xavier col monopezzo anni 70 sembra uscito da un film con Lino Banfi. Moretti, invece, è sempre figo, la barba è sempre quella e la sua macho-voce sempre macha, ma ora meno Vedder e più Lanegan, cosa che non disturba affatto, anzi.

un paio di ore dopo, Body e Uma si ritrovano ai giardini di via Benedetto Marcello a farsi un gighello di erbapipa che li svongola ai massimi. Uma si lagna, Body la cazzia perché a lui tocca la parte del poliziotto cattivo che sennò, a furia di ridurre tutto a un paradigma freudiano, giustifichiamo qualsiasi cosa e non si capisce più un cazzo.

sì, ok Uma - dice spegnendo la cicca - Humus è ancora capace di perdonare.. ma insomma, mettiti anche nei suoi panni: ti chiede di vivere con lui e tu scappi, non prima di esserti trombata un altro.. e va bene la dinamica della coppia moderna, le difficoltà della nostra generazione a prendersi responsabilità, la voglia di nuovo e il "non siamo più nel medioevo".. ma se io fossi nei suoi panni, col cazzo che mi ti riprendo!

Uma fissa sbarellata l'albero davanti alla panchina dei due - ma Body, io non riesco a crescere, come devo fare? - risponde triste - guarda questo albero quanto è grande.. ma come hai fatto, albero? fossi stata io, sarei rimasta siepe.. mi sarei fermata prima!

(forse continua)

progress 16.49

ciao. sono a un evento con delle persone con cui tu potresti litigare davvero.. cioé, tipo rissa. Tu invece?

Body risponde al sms di Vira che è impegnato. in quel momento sta smadonnato su Audacity, mentre registra delle prese dirette ultra sgrause da mandare a Jackdrum. sostanzialmente, il programma non ne vuole sapere di fargli gestire le tracce in libertà. maledetta innovazione inutile! dov'è il manopolone del padding? dov'è la presa del jack? eppoi dove cazzo stanno le valvole dentro a 'sto cazzo di ibook?- si chiede l'anziano musicista, tecnologicamente fermo al '91.

Vira risponde acida - Niente. Un rifiuto anche no. però siccome che domani è il 29 cioé non esiste, allora vale tutto.

fra Vira e Audacity, Body pensa di essere entrato in una dimensione parallela. si sono drogati tutti? il mondo si è capovolto? perché improvvisamente nulla è più intelligibile?

Ah, ecco - fa lui prendendo tempo - Ci mancava il bisestile.
l'amazzone rincula. folda la mano subito e spiega - forse sono stata un po' cafona. tu però.. mi vieni in mente. così. succede..

Body allora capisce l'ambaradan. sta per scriverle - ok. da te fra quanto? ma si ferma. il tipo non se la mena affatto a essere un tipo oggetto, ma perdio, oggetto di un certo valore! prima mi butti fuori di casa e poi devo scodinzolare? tesoro, non hai capito un cazzo.. così la pacca e ritorna ai suoi deliri musicali.

la mattina dopo Body si sveglia alle 11, con le orecchie stravolte e un discreto durello. va in bagno, si guarda allo specchio e.. una sola cosa gli esce spontanea davanti al tipo che si trova di fronte: ma quanto sei coglione?

progress 12.51

Radical invita il tipo a pranzo per proporgli un lavoro non pagato. e siccome è Radical, Body accetta. in cambio ottiene una fornitura di manufatti artistici per un anno e un colloquio in BBH Londra, anche se non ha ancora capito come.

poi è San Siro. Crespo prende un palo incredibile, Totti la butta dentro. Mancini osa il tridente e Maxwell si rompe. anche Cambiasso si fa male. la Roma vince 1-0, in 11 contro 10 con l'Inter tutta sbilanciata. come la peggio provinciale, i giallorossi fanno melina per tutta la partita: gente sempre a terra, barelle che entrano e escono dal campo, palloni restituiti nei modi più odiosi, giocatori che per uscire dal campo ci mettono 20 minuti, giocatori che per fermare la ripresa del gioco entrano in campo senza permesso.. poi Julio Cesar fa un miracolo, Doni un altro e infine.. all'88esimo...il capitano impazzisce, crede di essere Ronaldinho, controlla di petto una palla impossibile e spara la rasoiata sotto la nord.

è il manicomio.

San Siro salta in aria con un boato assurdo. Body si ritrova tre file più sotto incastrato fra Maninviso e il Chimico, il Sciur Brambilla fra le gambe e Folgore alla gola che gli sta staccando un orecchio a morsi. il capitano che segna è l'apoteosi, la catarsi, l'esperienza del divino: Zanetti interviene solo quando c'è da vincere una finale di coppa o uno scudetto come questo.

il giorno dopo il tipo continua a lavorare al suo portfolio. vorrebbe mettere in reel qualcuna delle 20 idee che automaticamente genera ogni giorno: spot, corti, webseries, cazzi e mazzi. col Banfra e Buco è già partita l'operazione webcomix. per il resto, chiama inaspettatamente Camera - Body, ho un paio di settimane libere.. riprendiamo quei discorsi di speculativi che ci stanno tanto a cuore?

pronti! - fa lui senza voce.

Chiamate l'ambulanza.

.. e per quello col vestito a scacchi, trovatemi subito un defibrillatore..

progress 15.08

il super alcolico non fa bene. ti gonfia a merda e in più cominci a sparare un sacco di cazzate. Body ne è ben cosciente, soprattutto da quando stamattina si è visto allo specchio quella panza a punta che fa tanto copywriter del Biafra. per questo vorrebbe evitare la settima serata alcolica su sette. ma Fabius non ci sente. così i due si ritrovano al solito posto, con bicchierate di negroni-col-tanqueray davanti e Osama di fianco. non che il cartonato fosse stato invitato, ma essendo cartonato vero, ovunque ci sia un bancone e del buonumore, lui si palesa.

Fabius fra un mese parte per colloqui a New York. porta i saluti affettuosi di Keyra, la segretaria di reparto che Body adorava - ricambiato - e gli insulti di Svastiko, il DC che Body odiava - ricambiato. anche Fabius odia Svastiko, e così tutta l'agenzia e in generale la comunità intera dei pubblicitari italiani. non c'è da stupirsi se a Body bastarono 2 mesi di lavoro per licenziarsi in tronco, dopo aver tappezzato tutta Italia con la più volgare campagna pubblicitaria che direttore creativo avesse mai preteso. Fabius propone di rovinare Svastiko con telefonate anonime al mega capo di tutti i capi del mega network di tutti i network. Body dice - non si capisce la reason-why. così lavora di mestiere e rilancia con un classico omicidio a freddo sotto l'agenzia: ah, la forza della sintesi!

Radical chiama e rinvia il dopocena lavorativo che lei e il tipo avevano in programma. in compenso arriva Cut/Paste con pessime notizie sulla presentazione che stavano preparando. l'ennesimo direttore creativo so-tutto-io sminchia 2 giorni di bodylavoro e il tipo comincia a bestemmiare.

poi pensa che al mondo ci sono cose più importanti, tipo battere Red al prossimo torneo di Texas Hold'em, così torna a casa con l'intento di ripassare la terza stagione di High Stakes Poker. invece apre la posta, risponde a una nuova lettrice di Publijihad che gli propone di scrivere un libro, scarica le prime due puntate di Dirt 2X e sublima l'astinenza da thc con 3 tazze di camomilla.

progress 16.19

questa faccenda di dover pagare per vivere, a Body proprio non va giù. il tutto perché implica avere uno stipendio o quanto meno dei clienti, e da un po' il tipo non ha né l'uno né l'altro. perciò Body, Vocione e Lise, appollaiati sotto un fungo del Bardelcapo ben gonfi di negroni (chi in panza, chi nelle tette), partono subito con un brainstorming che risolva la situazione.

Lise gli propone di diventare magnaccia, affittare un pezzo del bodyloft a 3 pornoquarantenni e vivere felice. Body osserva che nonostante segua Secret Diary of a Call Girl, lo sfruttamento non è nelle sue corde; e se proprio lo fosse, si farebbe una squadra di professioniste diciottenni: mica è Gemello Barbuto!

Vocione esce la carta presidenziale: gli propone di trapiantarsi il piede sx di Recoba e di giocare nel giardinetto di Moratti per un 500.000 euri l'anno. Body accetta immediatamente, anche se il doversi tenere libero ad agosto per la classica "Bagni Piero" vs "Bagni Marcona" lo smarroni un po'.

perciò, il giorno dopo il tipo chiama Nana per accertarsi sulle sorti del suo portfolio, strumento indispensabile per un creativo che mendichi un lavoro.

ehm.. - fa lei - ci stiamo ancora lavorando..
come "ancora"?! - rimane basito Body - è due mesi che ce l'avete in ostaggio!
infatti.. abbiamo delle idee.. magari ci vediamo settimana prossima? - rilancia la tipa.
settimana prossima potrei già essere sotto i ferri, con un piede nella fossa.. - fa lui.
Nana - capisco...
Body - ...
Nana - .. cioé, in che senso? qualcuno ti sta minacciando?

Shaisse!

Body c'ha messo mesi prima di riuscire a scaricare del tutto Hype! un film mai uscito in Italia, sostanzialmente introvabile, fondamentale per fargli rivivere il momento nostalgia di Seattle. e quando finalmente la barra del Mulo è tutta verde, il tipo non ci può credere. lo fa partire. l'immagine è perfetta, l'audio anche. ma.. cazzo, è in tedesco porco #@*§!!

E Vira.

Body arriva a casa di Vira che la festa per il suo compleanno è già iniziata da un pezzo. metà degli invitati impagliati e quarantenni è già andata via, l'altra metà o è troppo impizzata per mollare adesso o è troppo ubriaca per capire dove si trova.

la padrona di casa appartiene alla seconda categoria. introduce agli ospiti Body come "il mio amico comunista". il tipo saluta col pugno chiuso, valuta l'opportunità di scaraventarlo sulla faccia della festeggiata, poi si aggiunge a un tavolo dove 3 donne e 1 uomo stanno discutendo delle loro esperienze su Meetic.

lo stereo manda qualcosa che scoprirà essere un disco della Nannini. Vira offre vodka e sushi al tipo e gli racconta di come sia ancora innamorata di uno che l'ha lasciata perché "lei era troppo anticonformista". i due vengono interrotti da Katta, biondissima e longilinea amica del cuore della padrona di casa. la quale si lamenta perché in soggiorno una delle invitate le ha messo la lingua in bocca. Vira dice che non l'ha mai fatto con una donna. Katta si sente in dovere, così le due cominciano a limonare duro davanti a lui. è possibile che questa festa finisca molto meglio di come è iniziata - ragiona ingrifato Body.

ben presto in casa rimangono solo Vira, Katta, Body e quello del tavolo di Meetic. partono i gossip ed emerge subito che tutti gli invitati erano separati, cornificati e fornicanti fra di loro. Katta prende per il culo Vira per uno dei suoi 300 amanti, un troglodita conosciuto a Sharm che non riusciva a coniugare verbi oltre il passato prossimo. Vira lo difende dichiarandolo un animale da sesso. Katta e l'uomo se ne vanno. Body inchioda Vira al muro. ma nel bel mezzo dello smaneggiamento, lei lo prende per un braccio e lo butta fuori di casa.

sei fuori? - le domanda retorico il tipo. lei non riesce a spiegarsi, sorride, gli stacca un mezzo pompino sul pianerottolo e gli dice - sei il migliore. lui non capisce perché. poi si accorge di sapere cos'è il trapassato remoto e se ne fa una ragione.

la sera dopo, chiuso un aperitivo al Bardelcapo con Vocione prima e Piana poi, Body raggiunge Blow al Colosseo per vedere il nuovo dei fratelli Coen. catta l'amica nell'atrio, dove sta saccheggiando il bancone delle caramelle. l'aiuta nell'impresa di spendere 13 euro in cocacole frizzanti e dentiere gommose, si godono il film senza capirlo e finiscono alle 2 dopo un paio di bicchieri di vino recuperati in un bar quasi trendy in zona.

progress 19.48

Vocione: mi sono iscritto alla cosa più milanese di tutte..
Body: la newsletter di mysushi.it?
Vocione: ...Body: ...
Vocione: ok.. la seconda cosa più milanese di tutte.

progress 13.20

alla festa per i 5 anni del Rita c'è metà Milano. così Body parcheggia la Boderosa dalle parti di Gallarate e raggiunge Previto nella calca davanti al locale. l'avvocazzo è con tre architette, che di questi tempi pare sia l'unica categoria in circolazione (sarà il periodo? sarà che siamo sotto casa Agnelli?).

nella ressa davanti al bancone, il tipo incrocia Periodico e il Giornalaio fuori forma. anche Body è fuori forma, ma per lui la cosa è molto più grave: c'ha un blog da riempire ogni giorno e, a differenza loro, le notizie non se le può inventare.

così si ributta sotto i funghi con le architette e poca voglia di comunicare. poca, ma sufficiente per intervenire in svariate discussioni che le tipe propongono, come "gli uomini non capiscono le donne", "le donne non capiscono gli uomini", "storie lunghe vs storie brevi", "dj che suonano ai Magazzini".

Piero arriva e dice che l'essere "separato, quasi divorziato" funziona da dio. infatti, l'architetta più alta gli si attacca addosso come una cozza agognante e Previto subito prende appunti. l'avvocato è in continuo upgrading dei suoi skill di rimorchio, soprattutto dopo che al Nephenta Fist gli ha rovesciato sulla testa un cubalibre di sabato sera. .. e gliel'avevo pure comprato io - fa lui, amaro.

poi Body si presenta al Bitte, dove incrocia metà del cast qui a destra. Vocione s'informa sullo stato di avanzamento dei bodydemo 08, Mastello vuole regalargli un Mac nuovo, Bio è preoccupata del weekend che verrà, Radical sembra rompersi i coglioni, Blow sembra ubriaca, Buco è in partenza per il Sud America, Warsa gli offre un drink, Camera gli offre una riga mentre Cut/Paste, in gessato e stivali pitonati, si agita con la sua banda sul palco.

dopo le birre e gli sbagliati, il tipo si fa un altro paio di vodkatonic con il dichiarato intento di sbarellare. non ci riesce, così si fa consolare un po' da Cloro che, per il solo fatto di avere un paio di fibbie su un top nero, gli sembra una porno-frau-domini in scala. alla tipa bastano un paio di battute per fargli tornare il buonumore. Body pensa di offrirle un cubalibre per ringraziarla. poi gli viene in mente Previto ed evita.