Col ciclo.

da Coppi a Bartali, da rotowash Pantani alle bigliozze da spiaggia, la tradizione ciclistica italiana è un dato di fatto. peccato che le fighette del Garibaldi, per un qualche motivo, non rientrino nella casistica.

Body ha rischiato di stirarne tre nel percorso casa - ufficio di oggi: la prima andava in contromano; le altre due passavano allegramente col rosso, attraversando le striscie, convinte di occupare lo stesso spazio di un pedone. il bello è che se il tipo si mette a smadonnare, quelle rispondono a tono sventolando diti in culo.

5 commenti:

lise.charmel ha detto...

dovevi stirarle. oppure chieder loro di uscire, chissà mai
:)

Body ha detto...

Lise: uhm.. entrambe le alternative prevedono pene detentive, non saprei..
;)

Elmer ha detto...

No no... stenderle senza pietà... va bene che la sindaca di minchia non investe un centesimo in piste ciclabili, ma non è che questi adesso girano in bici in totale spregio di tutte le regole del codice della strada... eccheccazzo!!!

ella ha detto...

a proposito di cicliste milanesi irritanti (che a quanto pare si sta trasformando in una vera e propria categoria sociale) consiglio questo post sul blog di labranca:
http://page2rss.com/bb881da816e2c1c3cdc46e0221c6d787/3940550_3941323/pi%C3%B9-ridicola-o-pi%C3%B9-irritante-non-saprei

la foto è fantastica ^_^

ella ha detto...

non so se funziona il link qua sopra.
ci riprovo:

link

cordialmente.