progress 16.55

il meraviglioso weekend di sport (l'Inter che spazza il Brescia, il Milan che perde davanti al Berlusca) per Body comincia in maniera drammatica. venerdì è tutto pronto per ritirare la moto che ogni copywriter sano di mente vorrebbe possedere, ma l'assicuratore si mette di traverso: mancano i tagliandi sui quali stampare la polizza, quindi tutto rinviato a lunedì.

il tipo cerca di non deprimersi e, insomma, non è facilissimo. senza moto e senza donna (ancora dispersa fra spiagge e paranoie), l'unica soluzione praticabile è abbandonare un noioso aperitivo al Mom e portare
Blow fuori a cena. la tipa si ritrova per la dodicesima volta negli ultimi due anni nella consapevole determinazione di mollare Project. è una questione di obbiettivi - spiega a Body - i tuoi, per esempio, quali sono? ma il tipo non ha un obbiettivo "famiglia a priori", quanto "svoltare ed essere soddisfatto". che se poi tutto questo dovesse passare da una nuova stagione d'amore con convivenze e figli, sembra abbastanza ovvio. ma potrebbe anche passare dall'opposto e andrebbe bene uguale.

poi parte una disquisizione sul potere seduttivo dei trentenni che è inversamente proporzionale al sesso dei soggetti.
Blow lo afferma con convinzione e Body, nonostante le continue insoddisfazioni, non può che concordare. il tipo coltiva di default il suo solito cabaret relazionale fatto di fidanzate pseudo-ufficiali, fidanzate virtuali, ex amanti rassegnate e ex amanti non rassegnate. tutto questo casino per poi scopare una volta ogni morte di papa, umiliare i propri sentimenti e passare i venerdì sera con la sua migliore amica. insomma, i trent'anni gli hanno sicuramente aperto nuove strade ma i risultati sono stati ottimi solo da un punto di vista quantitativo.

menomale che questa primavera c'è
Piero a piede libero. l'amico carica il tipo la domenica mattina e insieme partono per la Liguria. qui i due si fanno dei gighelli, mangiano pesce, tifano juve e prendono un po' di sole finché è il momento di tornare a Milano.

Kartina nel frattempo ha scritto. è molto più allegra dell'ultima volta e il merito è delle dosi massicce di Samyr che ha preso per superare la depressione. alla notizia, a Body gli si contorcono le budella ma i vecchi pensieri sono sotto controllo e riesce ad accettare pure questa. Kartina gli sembra condannata al suo stato di madre e moglie responsabile. e se da un lato apprezza da sempre questa serietà nei sentimenti e nelle responsabilità, dall'altro non può che domandarsi quanto davvero possa andare avanti. Kartina è un generale col cuore del rivoluzionario, un'anima capace di donarsi completamente ma non di svendersi. quanto ancora la farmacologia potrà sedarne gli slanci vitali e relegarla in una realtà relativa e non assoluta?

15 commenti:

lise.charmel ha detto...

è una bella domanda "quali sono i tuoi obiettivi?" io mi sono ritrovata questa settimana senza l'unico obiettivo della mia vita. era peggio che avere il mal di mare.
in bocca al lupo (ora vado a prendere anch'io le mie innocue gocce, che non si sa mai)

larò ha detto...

mi piace la parte sulla tua amica Kartina, sembra un bel personaggio. ;)

shirk ha detto...

cazzo, è proprio una domandona...

Body ha detto...

Lise: penso d'intuire le ragioni del tuo malessere, ma un giorno o l'altro me ne devi parlare meglio.
Rò, ti faccio una rivelazione sconcertante: Kartina poteva essere mia moglie. adesso lo è di un altro.

lise.charmel ha detto...

sì, ma preferisco davanti a uno sbagliato che davanti a uno schermo. bacio

larò ha detto...

°_° eh, si intuiva che c'era dietro qualcosa...

Body ha detto...

Lise: ok.

neal ha detto...

body: ero sicuro che pallaman sarebbe stato di tuo gradimento...

teppa ha detto...

ma non è che sei troppo positivo??? teppa

Body ha detto...

Teppa: che ci vuoi fare, è un momento così..

juliette ha detto...

sai cosa vorrei? amore, spontaneità...niente luoghi comuni. Uomini abbastanza sicuri di sé da non sentire la necessità di raccontarti quanto sono bravi. Però sono d'accordo con te, la mia non è certo una critica costruttiva. D'altronde me lo sono chiesto anche io: sono una vera donna? Grazie della visita, Juliette

Body ha detto...

Julie, non fa un plissé. ma ho paura che viviamo tempi troppo edonistici. l'amore e la spontaneità sono già così difficili da esercitare. figurati da trovare.
grazie a te per essere passata di qui.

Me4Him ha detto...

Il nostro guru M. A. cantava "...vorrei approcciarti in modo naturale ma quando son così mi fai passare per minchione..."
concordo con body e con blow, personalmente mi scopro più magnetico e intrigante adesso di quanto sia mai stato in precedenza ma non per questo va meglio quando cerchi di mettere in ballo qualcosa di più intimo e più vero...

ca ha detto...

ciao body!

Body ha detto...

ciao bella figa!